Senza categoria

VINTAGE & VERNICE – La moda che vive due volte & Artisti in fiera

Anche quest’anno, con grande piacere, parteciperò alla Fiera del Vintage che si svolgerà presso la Fiera di Reggio Emilia!

LA MANIFESTAZIONE

Dopo sette anni di successi alla Fiera di Forlì, con 14 edizioni tutte di alto livello, VINTAGE! LA MODA CHE VIVE DUE VOLTE! arriva alla FIERA DI REGGIO EMILIA. Finalmente, anche gli appassionati del Vintage del territorio emiliano avranno da oggi il loro punto di riferimento! Una fiera dove trovare tutto ciò che riguarda il periodo che va dagli anni ’40 agli anni ’80, con la moda, il modernariato, articoli da collezionismo, profumi , capi sartoriali dell’epoca, pezzi di design; gli oggetti d’uso in quei decenni e il modo in cui sono stati abbandonati, riutilizzati, custoditi, rivenduti, con un occhio di riguardo al mercato che si è creato intorno ad essi e al mondo del collezionismo. Un luogo dove condividere la stessa passione, partecipare a coinvolgenti iniziative, come concerti, spettacoli burlesque, esposizioni e mostre di abiti e design, set fotografici di trucco e parrucco in perfetto stile pin-up. Il costante incremento di espositori e pubblico riscontrato in 13 edizioni conferma l’esperienza e il know-how dell’ente organizzatore Romagna Fiere S.r.l., che ha portato “VINTAGE – LA MODA CHE VIVE DUE VOLTE” ad essere la prima fiera del settore in Italia per numero di visitatori e la terza per “anzianità”, con una media di circa 15 mila visitatori per edizione e si è ormai consolidata quale punto di riferimento.

Benvenuti a VINTAGE LA MODA CHE VIVE DUE VOLTE, manifestazione che da anni accompagna e sorprende appassionati del settore e non. Questa manifestazione, prima in Italia per numero di visitatori e la terza per “anzianità” con una media di circa 15 mila visitatori per edizione (media delle due edizioni annuali dal 2008 ad oggi, ndr), rientra tra gli eventi che registrano il maggior afflusso di visitatori nella città di Forlì (Romagna Fiere organizza circa 10 manifestazioni annuali in calendario per un totale di oltre 110.000 visitatori). L’intento è offrire al visitatore uno spazio a tutto tondo dove sia possibile acquistare, svagarsi, conoscere, scoprire e rilassarsi. La fiera, infatti, si articola in più AREE:

VINTAGE L’area principale dedicata all’abbigliamento e gli accessori appartenuti al secolo scorso. Questi cimeli, definiti Vintage, sono oggetti di culto ancora attualissimi che hanno segnato un’epoca e sono rimasti nella memoria collettiva anche per le qualità superiori con cui sono stati prodotti e la possibilità che oggi offrono di creare uno stile personale, ricercato e vivace.

REMAKE Vintage non è solo sinonimo di passato e spesso malinconia del tempo che fu, ma anche un nuovo modo per guardare al futuro: le sartorie creative, piccole aziende artigiane e designer mettono in vendita in quest’area le loro creazioni frutto di rielaborazione di materiali datati o dismessi, siano essi tessuti, lane, legno, carte da parati o pvc…tutto può avere una nuova vita e creare nuove forme d’arte.

COLLEZIONISMO Dedicata agli oggetti della memoria e alle curiosità del passato: piccoli antiquari e collezionisti espongono , vinili, latte d’epoca, giocattoli antichi, profumi da collezione, radio,tv,fumetti ,libri ecc. per fare un salto indietro nel tempo in un’atmosfera da marchè-aux-puces.

MODERNARIATO & DESIGN Area dedicata al design del Novecento e al modernariato, volendo rappresentare la moda anche come stile e tendenza nell’arredamento d’interni.La creatività italiana ha contraddistinto la storia del design di tutto il XX secolo, con la capacità di anticipare gusti e tendenze e facendo conquistare al nostro Paese un ruolo di leader a livello mondiale in questo settore.Il design ha contribuito all’apertura verso la modernità e gli oggetti creati in quel periodo, frutto del talento di progettisti sensibili all’arte, entrano nella produzione industriale per diventare parte della vita quotidiana delle famiglie.

Tra gli eventi collaterali… 100 ANNI DI BORSE E BORSETTE “Il racconto di un secolo” a cura di Antique Purse Uno straordinario percorso nello stile e nell’eleganza del più amato accessorio femminile: la borsetta “scrigno dei segreti delle donne e dell’evoluzione femminile del ‘900”. In mostra 100 borsette da donna dal 1900 al 1970 , firmate dagli stilisti che hanno fatto la storia dell’accessorio vintage. Selezionate dall’archivio storico privato di 4.500 borse da donna di Antique Purse di Clara Perella. Le forme e i materiali raccontano l’evoluzione di un periodo. Dai tradizionali secchielli agli scrigni, dalla pelle alla lucite, utilizzata nel primo dopoguerra per sopperire alla carenza di pellame, alle materie plastiche, d’avanguardia negli anni ’60. La mostra è suddivisa per decenni e per ogni periodo esaminato verranno esposte sia le borse da passeggio, sia quelle da sera, in modo da poter creare un percorso completo per un accessorio cosi versatile, quanto oggetto cult simbolo dell’eleganza e della raffinatezza di chi lo indossa.

SC’ART d’Officina a cura di Sc’Art e Officina del Riciclo Per valorizzare il nostro settore Fashion Remake, abbiamo deciso di dedicare una mostra al riciclo e al recupero, dove il connubio tra arte e moda , rianima oggetti e materiali dismessi dimostrando che tutto puo’ avere una seconda vita e puo’ creare una nuova forma d’arte. L’installazione curtata da Davide Lazzarini di Officina del Riciclo e da Ambra Fabbri di Sc’Art fa ben comprendere che e’ possibile essere eco e trendy allo stesso tempo. La moda e l’arte critica aprono nuovi scenari per chi vuole essere fashion rispettando l’ambiente. Riciclo uguale a ecologico, si ricicla per risparmiare e aiutare il pianeta inquinando di meno. Per moda e arte critica si intende l’insieme di produzioni indipendenti che si inseriscono criticamente nell’attuale “sistema moda-arte”, per poterlo ripensare e strutturare secondo parametri di responsabilità sociale e ambientale. Questo fenomeno è rappresentato, da quei soggetti che propongono percorsi e modalità di produzione, distribuzione e consumo alternative all’odierno sistema moda-arte. L’utilizzo di materiali riciclati, sostenibilità ambientale della produzione e distribuzione, produzioni artigianali, trasparenza nel prezzo di vendita al consumatore: questi alcuni dei parametri che identificano le produzioni critiche. il prodotto proposto non è mai in serie, prodotto in modo industriale, ma “fatto a mano” attraverso il recupero di capacità manuali e creative che nelle lavorazioni industriali vengono perdute e dimenticate.

CABARET DI BURLESQUE a cura di Gardenia Bijou, Gipsy The Flame, The Atomic Badass & Samantha “Dollbaby” Vixen GIPSY THE FLAME & THE ATOMIC BADASS: Le Atomic Badass sono 4 performer di Burlesque: Betty Romantics, Daisy Tambourine, Heely D’ Evil e Gipsy the Flame. Quattro artiste una diversa dall’altra con uno stile personale… Il progetto nasce proprio per cercare di offrire agli spettatori tanti spettacoli diversi…classicità o modernità…ma sempre con una buona dose di umorismo e sensualità! GARDENIA BIJOU: un connubio di dolcezza, sensualità, seduzione e femminilità. Dallo stile classico e glamour, lei è la regina delle piume e del pin up style! SAMANTHA”DOLLBABY” VIXEN: l’unica artista burlesque (forse) che oltre al nome d’arte ha anche il ”nomignolo d’arte” (Dollbaby= bambolina!). E’ una vera bambola: pelle di porcellana, morbida, boccoli rossi, grandi occhi verdi e un’esplosione di curve, colori e lustrini. Una diva candidamente glamour! Non a caso, il team da lei ideato ha il nome CURVES&TEASE (”curve e seduzione”)….

SET FOTOGRAFICO “CANDY CHRISTMAS PHOTOSHOOTING” E TRUCCO E PARRUCCO PER PIN-UP a cura di Gardenia Bijou, Gipsy The Flame, The Atomic Badass & Samantha “Dollbaby” Vixen Nello stand delle performers, sarà possibile fare uno shooting fotografico a tema vintage natalizio. Lo shooting è denominato appunto “Candy Christmas Photoshooting” e sarà possibile esserne le modelle a soli 30 euro!!! Le Atomic Badass saranno liete di accogliere tutte le amanti del vintage e della cultura pin up, trasformarle con trucco e parrucco in donne degli anni 40/50, vestirle da sensuali e insieme simpatiche “nataline” da immortalare! Fotografa dell’evento, la meravigliosa Betty Romantics delle Atomic Badass. Cinque foto realizzate in post-produzione saranno poi inviate alle modelle come ”souvenir” di una giornata speciale!….

SETTORIvintage fashion bijoux remake modernariato Design d’interni vinile comics giocattoli collezionismo cinema

APERTURA AL PUBBLICO - venerdì dalle 14.00 alle 20.00 sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00

REGGIO EMILIA FIERE srl. – Via Filangieri, 15 – 42100 Reggio Emilia – Tel. 0522. 503511 – Fax 0522.503555

Lascia un Commento

Il Museo del Riciclo ad Ecomondo 2013

Per la terza volta e grazie a ECOLIGHT ed al MUSEO DEL RICICLO di Milano ed un grazie particolare a Marco Parodi, l’Officina del Riciclo è stata presente ad ECOMONDO 2013!

Il Museo del Riciclo ad Ecomondo 2013

Alla diciassettesima edizione di Ecomondo, in programma a Rimini Fiere dal 6 al 9 novembre, Ecolight presenta una selezione di opere di www.museodelriciclo.it. Nella Hall Sud della fiera, il progetto virtuale del consorzio nazionale che si occupa della gestione di RAEE, pile e accumulatori esausti prende corpo diventando uno spazio fisico dove poter vedere, sentire e “toccare con mano” alcune opere realizzate con l’utilizzo dei rifiuti.

Il Museo del Riciclo è ospite per la quarta volta di Ecomondo, la fiera di Rimini dedicata alla green economy. In questa occasione, il museo virtuale prende vita e le creazioni artistiche e di design ricavate dai rifiuti possono essere osservate da vicino presso uno stand dedicato, dal 6 al 9 novembre 2013.

 Il progetto web del Consorzio Ecolight dedicato al riciclo creativo prende vita ad Ecomondo per il quarto anno consecutivo. L’arte creata con i rifiuti trova uno spazio fisico e si distacca per qualche giorno dalla vetrina virtuale sempre presente online all’indirizzo www.museodelriciclo.it.

Presso Ecomondo sarà possibile ammirare alcune sculture ricavate da materiali di scarto. Il tema centrale della mostra è dato dai rifiuti che prendono vita. Gli oggetti normalmente destinati alla discarica tornano di nuovo utili e vivi a tutti gli effetti, a partire da parti meccaniche in disuso, materiali di scarto e vecchi elettrodomestici, che si trasformano in robot, androidi e animali.

Sono 3 gli artisti selezionati per esporre le loro opere presso lo stand del Museo del Riciclo. Si tratta di Davide Lazzaroni, Paolo Lo Giudice e Gaetano Muratore. Davide Lazzarini è un artista visionario, futurista, capace di reinterpretare la natura ricollocandola in contesti del tutto nuovo. Ad Ecomondo presenta insetti futuristici come “Ape Regina” e “Dragon Fly”, fatti con motori elettrici, una lampada da tavolo, il meccanismo di una vecchi stufa e un ferro da stiro.

“Come nelle edizioni passate, abbiamo riservato uno spazio al progetto RAEE in Carcere, progetto che Ecolight sostiene e che è finalizzato al reinserimento sociale di persone in esecuzione penale”, spiega Giacomo Dezio, direttore generale di Ecolight. “Accanto all’attività di disassemblaggio di RAEE non pericolosi, il laboratorio di Forlì che è gestito dalla cooperativa sociale Gulliver dà spazio alla creatività. Nascono così sculture e installazioni dal grande valore simbolico”.

Gaetano Muratore viene presentato come un artista dalla grande manualità che, partito dalla pittura, è approdato attraverso una sua naturale evoluzione alla scultura realizzando curiosi e interessanti robot animati. Ha infatti raccolto vecchi elettrodomestici e li ha reinterpretati all’interno di un progetto diverso, facendoli diventare teste, busti e braccia di “androidi sognanti”, così come lui stesso li chiama. In più ha dato loro vita, facendoli muovere attraverso motori, a loro volta recuperati e aggiustati. Allo stand del Museo del Riciclo espone l’imponente “Direttore d’orchestra” realizzato con un casco elettrico degli anni ’30, il “Robot radio Philips” fatto con l’utilizzo di una radio Philips degli anni ’60 in bachelite e un vecchio amperometro, il “Robot Kyocera”, realizzato con una macchina digitale Kyocera, la “Ballerina Esjot”, fatta con un manometro di saldatrice e il “Robot Marelli RM5″, fatto appunto con un registratore a bobine Radiomarelli.

Come sottolinea il presidente di Ecolight, Walter Camarda, il Museo del Riciclo si impegna a portare “un messaggio di valore in quella che è la più grande vetrina dedicata all’ambiente. Il progetto Museo del Riciclo è nato tre anni e mezzo fa con il preciso scopo di dare valore al lavoro dei molti artisti che, utilizzando materiali di scarto, arrivano a realizzare delle opere. È un modo per stimolare e accrescere la sensibilità sul tema dei rifiuti, in particolare sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. I RAEE ancora oggi rappresentano una delle sfide più interessanti per l’Europa e l’Italia. Partendo dalla consapevolezza che gli oggetti elettronici caratterizzano quasi ogni momento della nostra vita, diventa quindi necessario raccoglierli e riciclarli non solamente per fornire importanti materie prime seconde, ma anche limitare la dispersione di sostanze inquinanti.

Il terzo artista, Paolo Lo Giudice, si presenta come un medico “prestato” all’arte. Ha scoperto l’arte e la passione per la scultura solo pochi anni fa ed ha sviluppato manualità per dare concretezza alla propria creatività: le sue sculture sono l’espressione di una grande capacità di osservazione e contengono tutte un’anima che si trasforma in sentimento. Ad Ecomondo 2013 espone “Angolo re-moto”. una delicata rappresentazione di una coppia seduta su una panchina fatta con telai, serbatoi e il faro di una moto, “Blu artic”, pinguino realizzato con parti di frullatore e joystick, “Il calore di un amico”, dove l’elemento di un termosifone diventa un simpatico bassotto, il “Re Leone”, con un rasoio elettrico e “AdalGhisa”, fatta con raccordi di catene auto e una vecchia piastra di ghisa.

museodelriciclo.it

Lascia un Commento

INTERIORA – IV Festival Horror Indipendente

I vincitori delle arti visive

Quest’anno le proposte sono state tante e particolarmente varie e i vincitori non potevano che rispecchiare questo andamento. Le opere selezionate saranno esposte per tutta la durata del Festival e diventeranno parte della storia che racconteremo. Interiora si conferma ancora come l’unico Festival Horror con la volontà di esplorare oltre il tracciato e in grado di accogliere forme espressive apparentemente distanti, ma sempre legate dall’approccio indipendente, nella forma e nel contenuto.

Ed ora ecco a voi i vincitori del IV Festival Horror Indipendente INTERIORA:

Menzione speciale per il fumetto “Ghost Hunter” di HunterBrothers – Sandro Minerva – disegni Natascia Iadarola

Domenico Canino – pittura

Savino Ficco – fotografia

Davide Lazzarini – fotografia/scultura

Katiuscia Noseda – fotografia

Simone Varisto – fotografia

Spudde – disegno digitale

Elisa Urbinati – illustrazione

http://www.google.it/url?sa=i&source=images&cd=&docid=UJ5UmPLzak2duM&tbnid=ZkdePWNTHYRHrM:&ved=0CAUQjBwwAA&url=http%3A%2F%2Finteriorahorror.files.wordpress.com%2F2013%2F09%2Finteriora-locandina-20131.gif&ei=Kw-CUoe0JsTX0QXhgoGYCw&psig=AFQjCNGzsHSUiCMOgZLbbOeBy4x7wj78LA&ust=1384341675673440

http://interiorahorror.files.wordpress.com/2013/10/vincitori-arti-visive-1.jpg

 

Lascia un Commento

Un grande traguardo!

L’officina del riciclo a raggiunto un altro grande traguardo.

Oltre 9.000 visitatori e più di 28.000 pagine viste!!!

Grazie a tutti…

 

Lascia un Commento

Grandi Novità per il 2011!!!

Anche quest’anno è iniziato alla grande!!!!

Intanto ho postato le foto di RICICL’ART 5° Edizione nella sezione INSTALLAZIONI e ho messo qualche articolo nuovo e vecchio nella sezione RASSEGNA STAMPA.

Qualche giorno fa ho montato una nuova installazione in centro a Rimini a presto le foto e i dettagli.

Ci sarebbero altre novità ma per scaramanzia non anticipo nulla prima di aver concluso…..a presto con nuove e buone notizie ;-)

Lascia un Commento

Rassegna Stampa & Link

Ho aggiunto una nuova pagina, in basso a sinistra, con la Rassegna Stampa e link dove parlano dei miei lavori….

Lascia un Commento

Nuovi Caschi!!!!

Agosto e Settembre sono stati molto produttivi….

Non sono ancora riuscito ad andare in ferie ma almeno sono riuscito a finire 2 nuovi caschi e un terzo è in lavorazione in via di finitura….sono molto soddisfatto!

A presto dovrei riuscire a pubblicare le foto dei nuovi lavori….

Lascia un Commento

Nuove Foto!

Ho aggiunto nuove foto delle ultime mostre che ho fatto nelle sezioni INSTALLAZIONI e VARIE.

Un ringraziamento speciale a Roberto Fiorina per le foto….

Lascia un Commento

WOW…. che Maggio!!!

WOW!!! Il mese di Maggio è stato molto coinvolgente!

La collaborazione con la cooperativa sociale ATLANTIDE e con LA CASA DELLE FARFALLE & Co. sta proseguendo con una nuova installazione permanente a parete. Colgo l’occasione per ringraziare, per l’infinita pazienza, Matteo e tutti i suoi collaboratori….

L’esperienza romana è stata fantastica! Ho potuto vivere personalmente un mondo che non conoscevo così da vicino e devo dire che è stato molto emozionante e stimolante, sia artisticamente che personalmente. Devo fare un ringraziamento particolare ad Alessandra per avermi invitato all’evento, a Marco per aver gestito ottimamente l’organizzazione di tutti noi artisti partecipanti e ai ragazzi dello staff del RITUAL di Roma!!!

A presto pubblicherò le foto degli eventi….

Lascia un Commento

HOME PAGE   BIOGRAFIA   EVENTI   OFFICINADELRICICLO PRESENTA   LINK